Profumi di Mosto

Uno scorcio dell’azienda agricola Zuliani di Padenghe durante la scorsa edizione

Con le ultimissime battute della vendemmia, domenica 9 in 18 cantine della riviera bresciana del lago di Garda sono attesi tanti appassionati del nettare di Bacco per la decima edizione di “Profumi di Mosto”, circuito enogastronomico organizzato dal Consorzio Garda Classico.

È l’occasione ideale per immergersi nei colori e nei sapori dell’autunno gardesano. Nelle aziende agricole a predominare sarà per l’appunto il profumo di mosto dei futuri vini della nuova Doc Valtènesi. Questa è la prima vendemmia della nuova denominazione, che nella versione Valtènesi Chiaretto sarà in commercio dal 14 febbraio e dal prossimo settembre nella versione rosso chiamata semplicemente Valtènesi.

All’appuntamento di domenica i protagonisti dalle 11 alle 18 saranno proprio i rossi, abbinati a un piatto della tradizione gastronomica locale, ma gli interessanti potranno andare alla scoperta della cantina guidata dai vari produttori. Le aziende saranno divise in tre itinerari e il ticket di accesso alla manifestazione costa 25 euro, compreso il bicchiere da degustazione e può essere prenotato con uno sconto di 2 euro all’infoline 347/7095484 o scrivendo a info@profumidimosto.it. Per chi non vuole pensare all’automobile, c’è la possiblità di sfruttuare il servizio pullman, il cui costo è di 10 euro.

“Ci aspettiamo grande partecipazione – dice Sante Bonomo, presidente del consorzio – e ogni cantina sta facendo del proprio meglio. C’è la possibilità di conoscere un vino con caratteristiche peculiari tra cui la piacevolezza”.

La novità dell’edizione è che tutti i vini della rassegna saranno in degustazione in 11 oasi nelle piazze di altrettanti paesi, dove a organizzare è l’associazione “Lagodigarda tutto l’anno” (ingresso 2,50 euro per chi non partecipa all’evento Garda Classico).

Percorso A

La Torre (Mocasina di Calvagese)

Pasini – San Giovanni (Raffa di Puegnago)

Pasini Giuseppe e Maurizio (Bedizzole)

Pietta (Castrezzone di Muscoline)

Pratello (Padenghe)

Spia d’Italia (Lonato)

Percorso B

Civielle – Cantine della Valtènesi e della Lugana (Moniga)

La Basia (Puegnago)

La Guarda (Castrezzone di Muscoline)

Le Gaine (Bedizzole)

Masserino (Puegango)

Provenza (Desenzano)

Percorso C

Avanzi (Manerba)

Cantrina (Cantrina di Bedizzole)

Cobue (Pozzolengo)

Monte Cicogna (Moniga)

Selva Capuzza (Desenzano)

Redaelli de Zinis (Calvagese)